Letture per "La panchina dei versi " contro il coronavirus

Francesco Petruzzelli recita «Non chiederci la parola» di Eugenio Montale, presso "La panchina dei versi", il festival di condivisione contro il coronavirus, indetto da Aletti Editore.

Per una breve spiegazione della poesia, leggere la descrizione del video su YouTube.





Eugenio Montale - Non chiederci la parola

https://www.youtube.com/watch?v=1SK7rZMFK48&t=4s


Letture per "La panchina dei versi" contro il coronavirus

Francesco Petruzzelli recita «Amai» di Umberto Saba, presso "La Panchina dei versi", il festival di condivisione contro il coronavirus, organizzato da Aletti Editore.

Per una breve spiegazione della poesia, leggere la descrizione del video su YouTube.



"La panchina dei versi" contro il coronavirus

Francesco Petruzzelli recita «A volte qualcuno rimane» di Lucio Zinna, presso "La panchina dei versi", il festival di condivisione contro il coronavirus, indetto da Aletti Editore.

Per una breve spiegazione della poesia, leggere la descrizione del video su YouTube.





Lucio Zinna - A volte qualcuno rimane

https://www.youtube.com/watch?v=p0HQtJ1v3hk&t=4s


Letture per "La panchina dei versi" contro il coronavirus

Francesco Petruzzelli recita «Domande di un lettore operaio» di Bertolt Brecht, presso "La Panchina dei versi", il festival di condivisione contro il coronavirus, organizzato da Aletti

Per una breve spiegazione della poesia, leggere la descrizione del video su YouTube.


Domande di un lettore operaio - Bertolt Brecht

https://www.youtube.com/watch?v=0tnCsJ_XC38&t=45s


Se vuoi acquistare la Collana Poetica Versus vol.18 di Dantebus Edizioni, clicca qui:

https://strumenti.dantebus.com/ebook/collana-poetica-versus-vol-18

 

Se vuoi acquistare la Collana "Le tue parole vol. 14" di Pagine Edizioni, clicca qui:

http://www.poetipoesia.com/?libro=le-tue-parole-14

 


Folgore

 

Dalla sorgente al sepolcro.

Dalla coppa all’Acheronte.

 

In mezzo, solo

una folgore

d’ansia,

di dolore,

       [tormento - resistenza]

 

valevole come riscatto:

 

soave smaterializzazione

nel colorito perso dei tuoi occhi.

 

Dalla sorgente al sepolcro.

Dalla coppa all’Acheronte.


La Panchina dei versi - Prima edizione

 

Questa poesia è pubblicata all'interno dell'antologia «La panchina dei versi», edito da Aletti editore, la cui introduzione è curata dallo stesso Giuseppe Aletti, insieme ad Hafez Haidar e Paola Ercole, presidenti di giuria. 

 

Fabrizio De Andrè, in Via del Campo, cantava che "Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior", e così in pieno lockdown nazionale, dove il confine tra noi e l'altro non era più il perimetro di una nazione, di una città, di un quartiere, ma la porta di casa, costretti al confinamento nelle mura domestiche, è germogliata la nostra appartenenza a un progetto culturale, quello della Aletti Editore e del festival online "La Panchina dei Versi", cui hanno preso parte centinaia di poeti, interpreti, artisti, musicisti, accademici.

 

(Dall'introduzione di Giuseppe Aletti)

 

 

"La Panchina dei versi", festival online  più importante su Facebook, rappresenta il vero Oscar della letteratura dei nostri tempi e offre una pagina artistica aperta al futuro.

 

(Dalla prefazione di Hafez Haidar)

 

 

 

Per me fu privilegio  e occasione di crescita, felice opportunità di conoscere i "Panchinari", persone splendide che con costanza e dedizione, per oltre due mesi di forzato ritiro nella propria casa hanno seguito le quotidiane letture delle poesie che mi inviavano.

 

(Dalla prefazione di Paola Ercole)

 

 

Per acquisti, contattami in privato nella sezione "Contatti" di questo sito.